IL PROBLEMA

Alcuni dei motivi che hanno ispirato la realizzazione  di questo progetto sono:

  • Avere accesso all’acqua pulita a Haiti era già un problema prima del terramoto, adesso lo è ancora di più per la sopravivenza del popolo.
  • Il rischio di trasmissione di malattie diventa sempre più alto con la mancanza di acqua pulita.
  • Le maggiori fonti d’acqua a Haiti sono contaminate da virus, feci e batteri di colera, peste, tifo e febbre alta.
  • 1.8 millioni di vite umane sono legate al consumo d’acqua contaminata.
  • 6,000 persone (principalmente bambini ) muoiono tutti i giorni per malattie causate dall’acqua contaminata.
  • 1 bambino su 8 muore prima di riaggiungere l’età di 5 anni.
  • Haiti ha il più alto tasso di mortalità infantile di qualsiasi altro paese dell’emisfero occidentale. Ricerca dell’organizzazione Americana ‘Pan-American Health Organization’ (PAHO) dimostra che più della metà delle morti a Haiti sono dovute a malattie gastrointestinali propagate attraverso l’acqua contaminata.
  • Il terremoto di Gennaio 2010 ha lasciato il popolo di Haiti dislocato e quindi non ha più a disposizione metodi casalinghi per depurare l’acqua come per esempio quello di bollirla.

Juan Job Rodriguez©

Comments are closed.
%d bloggers like this: